Il mondo femminile di Justine Kurland

Grassland Drifters - 2001 - Justine Kurland

Influenzata dalla pittura inglese dell'Ottocento, con i suoi paesaggi utopici, dalle fiabe dell'infanzia e dal viaggio americano, Justine Kurland immagina nelle sue fotografie un mondo abitato e governato da adolescenti.

Un'idealizzazione della vita primordiale, in particolare di quella dei pionieri americani e della frontiera, che la fotografa cita attraverso le spedizioni pastorali vissute in liberta' dalle ragazze, dove la scoperta, l'avventura, l'evasione in grandi spazi rappresenta un ritorno alla natura romantica.

Fotografie di Justine Kurland
Grassland Drifters - 2001 - Justine Kurland
Shells At Low Tide - 2001 - Justine Kurland
Cyclone - 2001 - Justine Kurland

Raft Expedition - 2001 - Justine Kurland
Of Women Born - Justine Kurland
Justine Kurland
Justine Kurland
Parade Across Dunes - 2001 - Justine Kurland
Eel Swamp - 2001 - Justine Kurland
Baptism - 2001 - Justine Kurland
The Mudd Puddle - 2001 - Justine Kurland
Sheep Wranglers - 2001 - Justine Kurland

Nelle sue fotografie, post-femministe e autobiografiche, la Kurland non usa modelle ma ragazze normali che l'artista rende al loro meglio. Il mondo femminile rappresentato da ragazze ha lasciato recentemente il posto ad un nuovo ciclo con protagoniste gruppi di donne nude e bambini (la fertilita').

La fotografa di origine polacche ha studiato a Yale con Gregory Crewdson, che ha curato una delle sue prime esposizioni e di cui e' stata anche assistente.
La sua controparte maschile la si puo' trovare in Anthony Goicolea, che descrive un mondo dominato da adolescenti irrequieti.

  • shares
  • Mail