Sebastiano del Piombo. A febbraio mostra a Palazzo Venezia

Giudizio di Salomone - 1509 - Sebastiano del Piombo

Nelle sale di Palazzo Venezia a Roma, dall'8 febbraio fino al 18 maggio, la mostra monografica "Sebastiano del Piombo", la prima dedicata all'artista veneziano.

Contemporaneo di Michelangelo, Raffaello, Leonardo, Giorgione e Tiziano, Sebastiano Luciani detto del Piombo, fu protagonista di un periodo storico ricco di importanti trasformazioni politiche e sociali, che ritrasse nei suoi dipinti. La mostra espone 80 dei suoi lavori, tra tavole di grandi dimensioni, ritratti, piccoli dipinti su lavagna e disegni preparatori.

Dipinti di Sebastiano del Piombo
Giudizio di Salomone - 1509 - Sebastiano del Piombo
Ritratto di uomo in arme - 1512 - Sebastiano del Piombo
Triplo ritratto - 1510 - Sebastiano del Piombo

Ritratto di Giovane Romana - 1512 - Sebastiano del Piombo
Sacra Famiglia in un paesaggio - 1530 - Sebastiano del Piombo
Ritratto di donna come vergine saggia - 1510 - Sebastiano del Piombo
Pietà - 1516 - Sebastiano del Piombo
Flagellazione - 1525 - Sebastiano del Piombo
Cristo al Limbo - 1516 - Sebastiano del Piombo
Ritratto di A. F. degli Albizzi - 1525 - Sebastiano del Piombo
Ritratto del Cardinale F. Carondelet - 1511 - Sebastiano del Piombo
Ritratto di uomo - 1515 - Sebastiano del Piombo
Studio per la Sacra Famiglia in un paesaggio - 1530 - Sebastiano del Piombo
Modello per la Natività della Cappella Chigi - Sebastiano del Piombo
Studio per Cristo alla colonna - 1516 - Michelangelo Buonarroti
Studio per la Flagellazione di Cristo - 1516 - Michelangelo Buonarroti

Allievo di Giambellino e Giorgione, visse inizialmente l'ambiente laico di Venezia per trasferirsi in seguito a Roma, nel 1511 al seguito di Agostino Chigi, il banchiere del papa. Nella capitale divenne amico di Michelangelo che si dice lo aiutasse nella preparazione dei suoi disegni, non essendo del Piombo, un abile disegnatore. Un rapporto decisivo per l'artista veneziano, che trasse grande forza dall'insegnamento di Michelangelo, come si vede negli studi preparatori per la "Pietà" e la "Flagellazione", presenti alla mostra insieme ad alcuni disegni del maestro toscano. E grazie alla presenza dei disegni preparatori di entrambi gli artisti, si potranno fare dei confronti.

Per questa mostra sono stati raccolti molti capolavori presenti nelle collezioni di musei internazionali come il Metropolitan Museum di New York, del museo del Prado, di Berlino e di Houston tra gli altri. Curato da Claudio Strinati, l'evento prosegue dopo Roma presso il Staatliche Museen - Gemäldegalerie di Berlino.

  • shares
  • Mail