Dinner with Jackson Pollock al Vittoriano di Roma

French Culture Minister Renaud Donnedieu

«Dinner with Jackson Pollock: Recipes, Art & Nature» è la mostra che vi farà vedere un altro lato di Pollock, artista statunitense, massimo esponente dell'action painting statunitense.

Al Complesso del Vittoriano di Roma, fino al 9 giugno, la mostra curata dalla fotografa Robyn Lea racconta uno dei protagonisti indiscussi dell'Espressionismo Astratto alle prese con i fornelli, in particolare con le torte di mele. Così, nell'Ala Brasini sono esposte le foto di questa sua passione, tratte da un libro della fotografa Robyn Lea, che negli anni '50 immortalò i coniugi Pollock ai fornelli.

Negli scatti emerge la quotidianità domestica nella casa (oggi museo) diventata negli anni '50 buen retiro della coppia formata dal maestro dell'Action Painting e della moglie Lee Krasner, anche lei pittrice. La casa di Springs, a Long Island, nella quale l'artista si trasferì nel 1945 e dove amava ricevere i suoi ospiti e soprattutto cucinare per loro, è la prova di come Pollock mettesse la stessa passione nel dipingere, nel cucinare e soprattutto nel cuocere al forno (la sua specialità) pane e torte di mele. Tanto che, dopo aver scoperto le ricette scritte a mano dal pittore e dalla moglie, Robyn Lea ha stabilito una connessione tra ricette, arte e natura.

51 immagini esposte, che Robyn Lea ha creato fotografando i piatti che un gruppo di chef ha realizzato a partire dalle ricette di Pollock. In particolare, per scoprire un lato più umano di un'icona dell'arte contemporanea, c'è la torta di mele, amata dalla sua famiglia e dagli amici. Una ricetta diventata famosa nell'intera comunità di Springs, quando con l'apple pie Pollock vinse il primo premio alla Fiera del Pescatore locale.

L'ingresso alla mostra Dinner with Jackson Pollock: Recipes, Art & Nature è gratuito.

  • shares
  • Mail