Il Chandigarh rock garden in India: arte nella giungla

Ogni giorno migliaia di turisti si recano al Chandigarh rock garden, nel nord dell'India per ammirare centinaia di sculture fantastiche create in segreto da un autodidatta, Nek Chand: fate, demoni, scimmie, divinità e persone. La storia di questo particolarissimo museo all’aria aperta l’ha raccontata lo stesso artista che, purtroppo, è morto recentemente, a novant’anni.

Nessuno ha saputo niente per 18 anni. Qui c'era una giungla, chi sarebbe voluto venirci e per cosa? Non c'erano neanche strade per arrivare. Non ho mai programmato niente. Non ho mai costruito pensando che un giorno la gente sarebbe venuta a visitare le mie creazioni. L'ho fatto per hobby.

Nek Chand ha usato le pietre raccolte sulla sua bici dalle colline fuori città e altri pezzi di ceramica, vetro e materiali di recupero, tra cui prese elettriche e telai di biciclette, tirando fuori la bellezza da ciò che per altri era spazzatura.

Nel 1976 le autorità, venute a conoscenza delle sculture, minacciarono di demolire tutto, ma l'opinione pubblica difese Nek Chand lui diventò responsabile del rock-garden, che attualmente si estende per 20 ettari.

Il Chandigarh rock garden in India: arte nella giungla

  • shares
  • Mail