'Plan your visit' con Google Maps per Android


Quando ci si muove in vacanza nelle capitali dell'arte, per visitare grandi collezioni all'interno dei musei e delle pinacoteche nazionali, siamo spesso colti dalla foga di vedere tutto. Ci muoviamo seguendo percorsi preimpostati, senza considerare che alcune opere avrebbero bisogno di molta calma, di tempi di fruizione completamente diversi. La verità, che si tratti di classico, moderno o contemporaneo, è che sono davvero pochi - i veri appassionati e gli esperti, quelli che preparano prima la loro visita. Lo fanno magari a costo di attraversare intere sale senza fermarsi, per andare a vedere proprio quel pezzo e fermarcisi davanti per interi, lunghissimi, minuti. Lo fanno a volte imprecando contro gli allestitori o il personale del museo, perché magari una lampadina è saltata o spostato il fascio di luce e di conseguenza il quadro è illuminato male.
Questa piccola introduzione per annunciarvi un'importante novità: da ieri su Google Maps per dispositivi Android (smartphone e tablet) è possibile entrare virtualmente nei 20 più importanti musei degli Stati Uniti. Ci sono mappe interne e indicazioni di percorsi pedonali che riguardano 17 musei della rete Smithsonian, a cui si aggiungono il De Young Museum di San Francisco, il Philadelphia Museum of Art, il Cincinnati Museum Center, l'Indianapolis Museum of Art, e il Museo Americano di Storia Naturale.
Le mappe sono davvero dettagliate e proseguono stanza per stanza, coprendo locali interni per una superficie totale di 250.838 metri quadrati.
Nel prossimo futuro Google Maps diventerà quindi uno strumento utile per chiunque voglia pianificare la propria visita all'insegna di una fruizione sostenibile. Individuare un percorso nella collezione permanente, capire in quale ala di un determinato museo si trova una mostra temporanea, cercare quei famosi punti di interesse che da soli valgono l'intera visita... tutto ciò è già possibile per chi si reca in vacanza in America.
Conoscendo i tipi di Google, che con il Google Art Project hanno già digitalizzato qualcosa come 32.000 opere, portandoci (in questo caso via pc) dentro oltre 46 musei in giro per il mondo, le Google Indoor Maps per device Android non tarderanno ad arrivare anche nei musei europei.

  • shares
  • Mail