Capitale della Cultura 2016 e 2017, le finaliste italiane

gettyimages-107759682.jpg

Sono dieci le città finaliste italiane che corrono per il titolo di capitale della cultura per il 2016-2017. Dieci città scelte dalla giuria presieduta da Marco Cammelli e selezionate tra 24 candidate.

Queste le prescelte: Aquileia, Como, Ercolano, Mantova, Parma, Pisa, Pistoia, Spoleto, Taranto e Terni. Il Ministero per i Beni Culturali ha annunciato che i seguenti comuni dovranno presentare i dossier entro il 15 settembre 2015; la scelta della della capitale italiana del 2016 si saprà entro  il 30 ottobre mentre per quella del 2017 bisognerà attendere il 15 dicembre.
Alle due città vincitrici verrà assegnato un contributo di un milione di euro e l'esclusione delle risorse investite nella realizzazione del progetto dal vincolo del patto di stabilità.

La giuria ha esaminato i dossier di candidatura delle 24 città che hanno presentato domanda, valutandone i caratteri innovativi, la qualità, la fattibilità e la sostenibilità a lungo termine: "La commissione - dichiara Cammelli - ha esaminato con attenzione le proposte ricevute e ho il piacere di sottolineare che i lavori si sono svolti in massima armonia e si sono conclusi con la piena unanimità. Esprimo sincero apprezzamento per lo sforzo progettuale delle iniziative e il coinvolgimento delle diverse realtà locali mostrati da larga parte delle proposte, anche da quelle che non anni raggiunto l'ammissione alla seconda fase".

La capitale europea della cultura è una città designata dall'Unione europea, che per il periodo di un anno ha la possibilità di mettere in mostra la sua vita e il suo sviluppo culturale. Diverse città europee hanno sfruttato questo periodo per trasformare completamente la loro base culturale, e facendo ciò, la loro visibilità internazionale.

Nelle foto, Pisa ed Ercolano, due delle 10 città prescelte.

gettyimages-180031165.jpg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail