"L'Italia dalle molte voci", la mostra a Roma sulle comunità alloglotte

e071acc32c7e4befc3022bf1715b6773_xl.jpg

Un viaggio alla scoperta delle 12 comunità linguistiche presenti in Italia, attraverso una mostra. E' "Italia dalle molte voci", in mostra al  Museo Nazionale delle Arti e Tradizioni Popolari di Roma fino al 6 settembre 2015.

Un itinerario per immagini tra  le minoranze linguistiche, autoctone o insediate da secoli sul territorio nazionale, un focus sulle espressioni delle diversità culturali del nostro Paese, per dare una contributo alla conoscenza delle minoranze presenti sul nostro territorio, mostrando dal vero costumi, oggetti e immagini delle proprie collezioni.

L'intento è di illustrare un' interessante vicenda storica di migrazioni che fa riflettere, per analogia, sull'attualità. Ben 12 le comunità alloglotte del Paese, giunte per ragioni storico-politiche o di antico insediamento: tutto il territorio, isole comprese, ne ospita, con prevalenza al Sud. Le Alpi enumerano comunità di lingua occitana, franco provenzale, germanica; il Molise parla echi di slavo e albanese; la Calabria canta in greco e in arbëreshe.
Oggi queste comunità sono sempre meno numerose e per questo oggetto di studio e di ricerca per non perdere le tradizioni e valorizzare le identità locali.

Per la prima volta sarà possibile ritrovare, variamente rappresentate in un'unica area espositiva, testimonianze che provengono soprattutto da località di lingua albanese, croata, francoprovenzale, friulana, galloitalica, greca, occitana e walser.

Credits | IDEA

  • shares
  • Mail