Spunta scheletro a Sant'Orsola, che sia della Monna Lisa?

Foto Claudio Giovannini,  Cge Fotogiornalismo
Nuove sul fronte degli scavi, iniziati più di un anno fa, e mirati al ritrovamento dei resti di Lisa Gherardini, sposa di Francesco di Bartolomeo di Zanobi del Giocondo, meglio conosciuta sotto il nome di Monna Lisa grazie all'indicazione del Vasari. Secondo una delle teorie più accreditate sarebbe proprio lei la donna ritratta da Leonardo nella celebre tela del Louvre, ma, com'è ormai risaputo, non tutti concordano con l'interpretazione, e lo stesso prolifico autore, uomo di molti misteri, potrebbe aver nascosto qualche altra curiosità all'interno della sua opera, da qui la volontà di confrontare i resti della nobildonna con i tratti del quadro e le relative ricerche, effettuate nell'ex convento di Sant'Orsola a Firenze.

Scavi che hanno già riportato alla luce, per mano delle antropologhe della Soprintendenza Irene Baldi e Silvia Gori, un nuovo scheletro, intero e ben conservato che potrebbe risalire al 1300. Silvano Vinceti, responsabile della ricerca, raffredda gli entusiasmi e rimanda il tutto agli esiti dell'esame con il Carbonio 14. Dopo la lunga serie di supposizioni, che hanno coinvolto illustri rappresentanti del mondo dell'arte, storici, conservatori ed esperti, parte ora il toto-radiografia... e la storia promette di protrarsi ancora!

Via | lanazione.it

  • shares
  • Mail