Le opere d'arte censurate nella storia

Dal Braghettone fino alle Veneri nascoste in occasione della visita del presidente iraniano Hassan Rohani ai Musei Capitolini

Ha fatto molto discutere la decisione di coprire con alcuni 'scatoloni' alcune statue di nudi ai Musei Capitolini in occasione della visita del presidente iraniano Hassan Rohani, "come forma di rispetto alla cultura e sensibilità iraniana".

Questa decisione infatti non fa altro che dimostrare la profonda arretratezza culturale del nostro Paese. Dai tempi del Braghettone infatti non sembra essere cambiato nulla: sono ritenuti più offensivi i seni di una statua di epoca romana e non - censura per censura - le forti limitazioni alla libertà di stampa in Iran, tanto per dirne una.

Tutto questo (si può facilmente desumere) anche perchè in ballo ci sono succosi accordi commerciali, ma vediamo insieme alcuni casi clamorosi di polemiche e censura a danno di opere d'arte.

  • shares
  • Mail