SFMOMA, riapre il San Francisco Museum of Modern Art

Il 14 maggio riapre le porte al pubblico SFMOMA, il Museo di Arte Moderna di San Francisco

Il 14 maggio riapre le porte al pubblico SFMOMA, il San Francisco Museum of Modern Art, chiuso dopo due anni di intensi lavori di ristrutturazione. Il progetto di ampliamento è stato firmato dall' architetto  Snøhetta, che ha progettato la nuova struttura integrandola allo stabile originale del museo disegnato tra il 1989 ed il 1995 dall’architetto Mario Botta.

Spazio espositivo triplicato e una facciata che si ispira alle acque della baia di San Francisco,  costituita da più di 700 pannelli di vetroresina rinforzati con polimeri che sembrano riprodurre il movimento delle onde e con la facciata che cambia colore nel corso della giornata.

Tante le novità all'interno:  innanzitutto l’esposizione di 260 pezzi provenienti dalla rinomata Fisher Collection, di Doris e Don Fisher i fondatori di GAP, azienda nata a San Francisco nel 1969. La galleria più ampia del museo è invece dedicata al Pritzker Center for Photography, uno spazio multifunzionale che comprende esposizioni di fotografie temporanee e permanenti, un laboratorio di ricerca dedicato agli studenti e la Photography Interpretive Gallery, che permetterà ai visitatori di comprendere come la fotografia riesce a modellare la percezione di quello che osserviamo. Al SFMOMA partirà inoltre una rassegna permanente di film intitolata “Modern Cinema” e tante altre esposizioni ed eventi.

 

 

  • shares
  • Mail