"Il bar delle Folies-Bergère", di Édouard Manet

immagine2.jpg

Tra i dipinti più celebri di Édouard Manet c’è sicuramente questo: Il bar delle Folies-Bergère (Un bar aux Folies Bergère).

Realizzato tra il 1881 e il 1882, è un olio su tela che oggi si trova nelle stanze della Courtauld Gallery a Londra. Viene considerato un po’ il testamento di Manet, perché è l’ultima opera importante da lui realizzata, in totale stile impressionista.

Il soggetto rappresenta l’interno del bar delle Folies-Bergère, un locale alla moda di Parigi. In particolare il bancone, con lo specchio retrostante la cameriera che dà ampiezza e spazio al dipinto. La cameriera si chiama Suzon, soggetto ripreso da Monet anche in altri dipinti. Una particolarità: Manet realizzò il quadro interamente in studio e per rappresentare la donna chiese alla barista di posare per lui.

A differenza di altre sue opere, però, qui  per la prima volta manca l’ unicità del punto di vista, indice del superamento della prospettiva. Lo specchio, realizzato mediante la sapiente giustapposizione di colori, ci mostra l’ambiente affollato antistante, illuminato da grandi lampadari che si riflettono nello specchio.

Il bar delle Folies-Bergère appartiene ai dipinti simbolo e riferimento per l'intera generazione impressionista, tra cui Cezanne.

immagine.jpg

 

  • shares
  • Mail