Il pop politico in resina di Mauro Peruccheti

It Girls - 2004 - Mauro Peruccheti

Uno degli artisti viventi di maggiore successo dell'edizione di LAF del 2006, con la vendita della scultura "the Precious One", Mauro Peruccheti è italiano ma residente in Inghilterra, dove lavora ed espone. Anche quest'anno era presente alla fiera, con il buddha in gelatina e l'Oscar di cristalli.

Il suo stile viene definito minimalista e pop con guizzi d'ironia. Usa prevalentemente resina lucida trasparente per realizzare le sue sculture e in alcune occasioni cristalli Swarovski.

Sculture di Mauro Peruccheti
It Girls - 2004 - Mauro Peruccheti
Bust - 2004 - Mauro Peruccheti
AK 47 - 2006 - Mauro Peruccheti

Buddha 1 - 2006 - Mauro Peruccheti
Blast - 2006 - Mauro Peruccheti
Lost In Translation - 2006 - Mauro Peruccheti
Chairman Mao - 2004 - Mauro Peruccheti
Oscar - 2007 - Mauro Peruccheti
Little Precious One - 2006 - Mauro Peruccheti
Because You're Worth It - 2005 - Mauro Peruccheti
I'm Not Taking This Shit Anymore - 2004 - Mauro Peruccheti

Il suo è un manifesto politico (la bomba che sembra una bottiglia di profumo, il berretto militare di cristalli, la carta igienica come prodotto di lusso) sotto spoglie pop. Una contraddizione se si pensa che la Pop Art non era socialmente impegnata. Ma per lui i simboli di Warhol e Johns diventano base di critica sociale.

  • shares
  • Mail