David di Michelangelo, a San Pietroburgo protestano per le nudità

Coprire le pubenda del David di Michelangelo, sì o no? E’ quanto voteranno tra qualche settimana gli abitanti di San Pietroburgo, per decidere se censurare le nudità di una copia del capolavoro dell’artista fiorentino eretta in una delle vie principali della città russa.

La riproduzione della scultura è stata installata in occasione della mostra "Michelangelo - La creazione del mondo", che esporrà le opere più belle dell’artista e scultore, simbolo del Rinascimento. Ma le nudità del David, eroe biblico, ideale perfetto della figura maschile, mettono a disagio gli aitanti di San Pietroburgo, che non vedono alcun ideale di bellezza ma solo oscenità.

Oscenità da oscurare agli occhi dei bambini, turbati -  a detta degli abitanti – dal capolavoro di Buonarroti. Così gli organizzatori dell'esibizione hanno deciso di mettere ai voti l’esigenza di una “copertura” da applicare alla scultura, suggerendo anche quale tipo di vestiti preferiscano farle vestire: la votazione avverrà tra il 16 e il 23 agosto.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail