Rubens a Milano, la mostra a Palazzo Reale

Per scoprire da cosa nasce il linguaggio dirompente della pittura barocca in arrivo la mostra su Rubens a Palazzo Reale di Milano


Un artista sfugge sempre a definizioni, come Rubens che nella mostra in arrivo dal 27 ottobre a Palazzo Reale di Milano vi darà le prove di una pittura interprete dei tempi, pronta ad accogliere i cambiamenti. Per questo nella mostra Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco il confronto tra artisti sarà un modo per abbattere confini stilistici e tematici e sottolineare l’influenza del pittore fiammingo sull’arte del ‘600. Fino al 26 febbraio 2017 in esposizione un corpus di 75 opere tra sculture e dipinti dei protagonisti dell’arte del ‘500 e del barocco, provenienti dai musei internazionali più prestigiosi, come il Museo Nazionale del Prado e musei italiani, come gli Uffizi di Firenze e Palazzo Ducale di Mantova.

Dal 1600 al 1608 Rubens sceglie l’Italia: lo fa perché attratto dalla cultura rinascimentale e dalle ricche committenze aristocratiche che lo acclamano da subito e lo scelgono per la loro corsa all’immortalità. Da Anversa, nelle Fiandre, lacerata dalle lotte anticlericali a Roma, Mantova, Genova, Venezia dove l’arte classica e rinascimentale offriva soluzioni nuove alla composta e minuziosa pittura fiamminga. Tintoretto, Veronese, Michelangelo, Raffaello Tiziano, i manieristi Daniele da Volterra, Francesco Salviati, Barocci e i Caracci oogni artista ha segnato la pittura di Rubens nell’elaborazione di un linguaggio personale e moderno.

Dal Rinascimento allo sviluppo del Barocco attraverso Rubens, è questo il tema centrale della mostra che dimostra come la giovane generazione di artisti tra cui Lanfranco, Pietro da Cortona, Bernini e Luca Giordano non ha potuto fare aDal rinascimento allo sviluppo del barocco attraverso Rubens, è questo il tema centrale della mostra che dimostra come la giovane generazione di artisti tra cui Lanfranco, Pietro da Cortona, Bernini e Luca Giordano non ha potuto fare a meno di guardare al futuro con la stessa impressione gioiosa della vita e attingendo all’estro inventivo del grande maestro.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail