La dinastia Brueghel in mostra alla Venaria Reale di Torino

La Venaria Reale e la dinastia dei Brueghel: in mostra le opere della famiglia di pittori più influente del Secolo d'Oro dell'arte fiamminga

Mistero e visioni nelle opere della mostra inaugurata il 21 settembre alla Venaria Reale di Torino: Brueghel. Capolavori dell'arte fiamminga, realizzata con il patrocinio della Città di Torino. Nella Sala delle Arti le opere di cinque generazioni di artisti da Pieter Brughel il Vecchio ad Abraham Brueghel (pronipote di Pieter Brughel il Vecchio) che in 150 anni hanno arricchito l'arte di nuove concezioni. Fino al 19 febbraio 7 sezioni per un percorso in cui si alterneranno regine, soldati e cacciatori, viaggiatori e mercanti in scenari dove la natura scandisce il ritmo delle loro azioni.

Le opere saranno suddivise nelle seguenti sezioni tematiche:

-Il giudizio morale, tra salvezza e condanna, che dal confronto tra i Sette Vizi Capitali di Bosch e la Resurrezione di Brueghel rappresenta un'umanità contraddittoria alla ricerca di piaceri e spiritualità.
- La natura regina, in cui il ciclo della natura regola la vita dell'uomo e spesso la domina.
-In Soldati e cacciatori nella luce dell’inverno, l'opera La Trappola per uccelli (1601) di Pieter Brueghel il Giovane sintetizza la tematica della caducità della vita, rappresentato attraverso le azioni quotidiane del suo popolo.
-In Storie di viaggiatori e mercanti, il ritratto della società fiamminga alle prese con le nuove rotte commerciali, con punte di satira sociale.
-Le allegorie, racconti delle meraviglie, presenti opere di alto impatto emotivo tra cui spiccano quelle di Paolo Fiammingo.
- Splendore e vanità della vita silente, celebra il tema della natura morta con fiori, amato dai fiamminghi, dai Brueghel e dai committenti, in cui il tema della Vanitas è rappresentato in composizioni simboliche e accurate.
- La danza degli ultimi tra aneddotica e parabole le opere che raccontano umili esistente come in Danza nuziale all’aperto (1610) e La Sposa di Pentecoste di Pieter Brueghel il Giovane.

Una dinastia che ha cambiato le sorti dell'arte, offrendo un'alternativa alle alte soluzioni formali richieste dal mercato del tempo, per rappresentare senza giudizi stili di vita e valori universali. All'osservatore l'occasione per risolvere i rebus e trovarne la morale!

Orari: fino al 2 ottobre: lunedì: giorno di chiusura· Da martedì a venerdì: dalle ore 10 alle 18; sabato, domenica e festivi: dalle ore 10 alle 20.30.
Dal 4 ottobre: lunedì giorno di chiusura. Da martedì a venerdì: dalle ore 9 alle 17. Sabato, domenica e festivi: dalle ore 9 alle 19.30.

Biglietti: intero€ 14,00 (audioguida inclusa); Ridotto€ 12,00 (audioguida inclusa).

Foto | lavenaria.it

  • shares
  • Mail