Raffaello in 3D, la Grande Arte al Cinema

133339715-e5461ebb-327f-4651-acac-db622f88486b.jpg

Si intitola “Raffaello – Il Principe delle Arti in 3D”, il quarto appuntamento del 2017 de La Grande Arte al Cinema, che si terrà nelle sale italiane il 3, 4 e 5 aprile.

Si tratta della prima trasposizione cinematografica mai realizzata su Raffaello Sanzio (1483-1520), uno degli artisti più celebri al mondo. Il film, prodotto da Sky 3D, con Sky Cinema e Sky Arte, è stato riconosciuto di interesse culturale dal MiBACT – Direzione Generale Cinema.

Dalla casa paterna di Urbino, dove Raffaello bambino apprende i primi rudimenti artistici, al Palazzo Ducale dove, adolescente, entra in contatto con i più grandi capolavori dell’epoca e appena diciassettenne ottiene le sue prime commissioni come magister realizzando i suoi primi capolavori, tra cui il celebre Sposalizio della Vergine, in cui sfida e supera il maestro Perugino.

Si passa poi a Firenze e a Roma, in particolare al Vaticano, dove si trovano le opere più note, facenti parte del percorso dei Musei Vaticani: le Stanze di Raffaello, la Madonna di Foligno, l’Incoronazione della Vergine, gli Arazzi e la celebre Trasfigurazione.  Ma anche luoghi esclusivi all’interno del Palazzo Apostolico, ambienti privati e non aperti al pubblico, stupefacenti per impatto visivo: le Logge e la Loggetta e la Stufetta all’interno dell’Appartamento del Cardinal Bibbiena.

Il percorso si conclude al Pantheon, luogo che custodisce la tomba di Raffaello con il suggestivo epitaffio composto da Pietro Bembo: “Qui giace Raffaello: da lui, quando visse, la natura temette d'essere vinta, ora che egli è morto, teme di morire.” 

L'elenco delle sale cinematografiche UCI Cinemas che aderiscono all'iniziativa si trova sul sito della rassegna.

  • shares
  • Mail