A Roma la rinascita dell’architettura parte dall’Eur


In una città come Roma l’architettura del passato è necessariamente preponderante. Pochi spazi, pochi investimenti e poca cultura invece per il contemporaneo. Se in centro ha fatto abbondantemente discutere l’Ara Pacis di Mayer, è soprattutto nelle zone più periferiche che gli scenari urbani possono essere plasmati secondo le estetiche contemporanee.

L’Eur in particolare sta facendo parlare di sé. Dopo il nuovo centro congressi progettato da Fuksas, già ribattezzato la "Nuvola" (nella foto sopra), arriva ora la "Scatola" di Renzo Piano: uno spazio di vetro di oltre 53mila mq che accoglierà palestre, negozi, uffici e una serra. La struttura sorgerà accanto a quella di Fuksas, a ridosso del complesso Eur Fermi. Addio dunque alle quattro Torri del ministero delle Finanze.

L’ok definitivo per la realizzazione verrà dato però dai residenti del quartiere, chiamati a dire la loro. (Per una sommaria rassegna stampa sui progetti, clickate qui.)

  • shares
  • Mail