Digitale Purpurea. In 30 tele identità e ambiguità femminile

Salomè - Barbara Giorgis

L'identità contemporanea della figura femminile e la sua ambiguità è l'oggetto della mostra "Digitale Purpurea", dal 4 marzo a Palazzo Ducale di Genova.

30 tele realizzate da 4 giovani artisti italiani leggono e interpretano la donna secondo differenti approcci e tecniche espressive che mescolano la pittura all’elaborazione fotografica. La figura femminile è avvolta in atmosfere fiabesche e surreali, ma la donna metropolitana è tutt'altro che un personaggio da favola. Al contrario, è rappresenta come soggetto attivo tanto nel privato quanto nel pubblico.

Digitale Purpurea - Palazzo Ducale - Genova
Salomè - Barbara Giorgis
Senza titolo - 2007 - Roberta Savelli

Il titolo della mostra curata da Claudia Canali, fa riferimento ad una pianta amata nella letteratura decadente, legata a racconti di esperienze amorose distruttive, che contrasta con la figura rappresentata qui di una donna forte anche se dolce.

Gli artisti che da tempo dedicano attenzione all'immaginario femminile sono: Simona Bramati, Barbara Giorgis, Daniele Giunta e Roberta Savelli.

La mostra, che chiude il 9 marzo, si inserisce all'interno della manifestazione Notte Rosa.

  • shares
  • Mail