Le città irreali di Mauro Reggio sono in mostra a Como

Mauro Reggio. Unreal City - Italian Factory

Alcune delle sue bellissime tele erano esposte alla fiera ArteacontemporaneamodernaRoma ed era uno degli artisti presenti alla collettiva "Arte italiana. 1968-2007 Pittura".

Ora Mauro Reggio ha in corso fino al 30 marzo, presso la galleria Italian Factory di Como, la personale "Mauro Reggio. Unreal City", un ciclo inedito di opere dedicate ai paesaggi urbani trasformati in luoghi enigmatici e metafisici, dominati dalle presenze silenziose degli edifici e delle statue che si impongono allo sguardo dello spettatore con una pittura eloquentemente allusiva nella sua raffinata severità compositiva.

Mauro Reggio. Unreal City - Italian Factory
Mauro Reggio. Unreal City - Italian Factory
Mauro Reggio. Unreal City - Italian Factory
Mauro Reggio. Unreal City - Italian Factory

Mauro Reggio. Unreal City - Italian Factory
Mauro Reggio. Unreal City - Italian Factory
Mauro Reggio. Unreal City - Italian Factory

L'artista romano dipinge sempre metropoli irreali, spettrali, che ricordano i luoghi metafisici di de Chirico, accentuate da colori giallo-ocra tipici della Scuola Romana.

In questo ciclo inedito di dipinti Reggio compie un viaggio temporale, sovrapponendo stili ed epoche diverse mischiando periferie urbane a rovine antiche, al Barocco, al Razionalismo e alla tecnologia. Sono luoghi familiari, perché si riconoscono le forme del Duomo di Milano o del Gasometro di Roma, sono malinconici perché ci ricordano le cose che non ci sono più, e allo stesso tempo sono alienanti perchè manca l'essere umano.

  • shares
  • Mail