Louvre: un nuovo spazio per le arti islamiche


Ultimi ritocchi prima dell'inaugurazione del nuovo dipartimento per le Arti Islamiche del grande museo del Louvre, le cui porte si riapriranno il 22 settembre prossimo dopo un'importante intervento di ristrutturazione durato quattro anni. Lo spazio della corte Visconti è stato infatti ridisegnato dagli architetti Rudy Ricciotti e Mario Bellini, che hanno immaginato una cupola costruita come un velo dai riflessi dorati, composto da grandi tessere, per coprire la zona rispettando l'identità strutturale originaria del museo. La "nuvola iridescente" del tetto sembrerà letteralmente galleggiare in alto diffondendo una luminosità discreta, seguendo un progetto di “integrazione gentile e non-violenta" in una storica dimora.

Sono più di 3.000 le opere che troveranno posto al di sotto del nuovo scenografico plafond, testimonianze di 1.300 anni di storia provenienti da un vasto territorio che spazia su tre continenti, dalla Spagna alla parte sud-est dell'Asia, distribuite su una superficie di 3.500 mq. divisa su due livelli, quello del suolo, che ospiterà reperti risalenti al periodo tra il settimo e il decimo secolo e il nuovo piano terra, destinato ad accogliere lavori elaborati tra l'undicesimo e il diciannovesimo secolo, comprese le preziose collezioni di tappeti. Chi avesse voglia di approfondire l'argomento può dare un'occhiata alle immagini delle varie fasi di costruzione, con relative descrizioni al link.

Via | louvre.fr

  • shares
  • Mail