Il ritorno alla polvere dei grattacieli di Jiang Pengyi

All Back to Dust - 2006 -  Jiang Pengyi

"All Back to Dust" è la serie fotografica che Jiang Pengyi ha realizzato nel 2006. Un esercizio liberatorio per l'artista, che vede lo sviluppo metropolitano della Cina troppo veloce e soffocante.

Anche lui, come Yang Yi, proviene da un piccolo paese, e la città con tutta la serie di costruzioni maestose/mostruose non deve essere vissuta in modo positivo dalla nuova generazione di artisti cinesi. Pengyi per esorcizzare la paura dei questi grattacieli li riduce, con tecnica digitale, a delle costruzioni inoffensive che sbattute in mezzo alla spazzatura, tra borse di plastica e bottiglie, perdono il fascino della loro spettacolarità.

Fotografie di Jiang Pengyi
All Back to Dust - 2006 -  Jiang Pengyi

All Back to Dust - 2006 -  Jiang Pengyi
All Back to Dust - 2006 -  Jiang Pengyi
All Back to Dust - 2006 -  Jiang Pengyi
All Back to Dust - 2006 -  Jiang Pengyi

Tutte le cose grandi accumulano polvere, da qui il titolo. E come un processo naturale che implica costruzione e distruzione, questi grattacieli sono i relitti del vecchio mondo e l'anticipo di uno nuovo, dove la natura reclama i suoi diritti (diciamo che la realtà non è proprio, ancora, così). E aggiunge che questa visione fotografica apocalittica è più dolce della realtà attuale del suo paese.

Da poco si è conclusa una sua personale alla Paris-Beijing Photo Gallery.

  • shares
  • Mail