Visioni del Vietnam al Musèe Cernuschi

Gruppo di donne, Joseph Inguimberty (1896-1971), olio su tela, 1932. Antica collezione di M. Vouzelle-Albret, Collection M & Mme Jacques Barrère © Christian Murtin
L'apertura del nuovo anno lavorativo all'ombra della Tour Eiffel ha il sapore dolce e speziato delle terre d'oriente, come dimostrano le Visioni del Vietnam ospitate nella mostra "Dal fiume rosso al Mekong", visitabile nell'incantevole edificio del Musée Cernuschi di Parigi dal 21 settembre al 27 gennaio. Va in scena un'incredibile sfilata di dipinti che permettono di ricostruire quella che era la visione del paese secondo i pittori francesi, lungo un arco di tempo che parte dalla fine del XIX° secolo per arrivare fino agli anni '50 del XX°.

Un percorso che parte da Hanoi, sulla riva destra del fiume Rosso per arrivare fino alla tristemente famosa Saïgon e al bacino del Mekong, discendendo il paese da nord a sud, nel quale le scuole d'arte (l'Ecole de Thu-Dau-Mot nel 1901, quella di Bien Hoa nel 1903, l'Ecole des Arts Décoratifs di Gia-Dinh nel 1913 e l'Ecole supérieure des Beaux-Arts di Hanoi nel 1924) occupano un posto importante per comprendere anche l'interpretazione della cultura vietnamita da parte degli stessi pittori locali. Abituate ad accogliere numerosi professori e destinate a formare gli artisti dell'allora Indocina alle tecniche occidentali, come ai principi dell'architettura, della pittura, della scultura e della lacca, tali istituzioni riuscirono ad apportare un nuovo slancio alla produzione vietnamita tradizionale, rinnovandone le tematiche e l'approccio stilistico, e rivelando un'arte più moderna e cosmopolita di quanto si potrebbe credere, come ricorda un estratto del testo di presentazione:

Gli artisti testimoniano di una fusione tra due civiltà. Attraverso scene spesso intimiste, offrono uno sguardo sensibile sulla vita dell'epoca nella quale la donna occupa spesso un ruolo centrale.

Via | cernuschi.paris.fr

Victor Tardieu, ingresso del mausoleo a Huê, 1924 circa. © Christophe Murtin
Pitture del Vietnam al Musée Cernuschi

  • shares
  • Mail