Past Forward, a Bassano passato e presente per la nuova edizione di Infart Collective

INFART 6 OFFICIAL VIDEO from WCP Collective on Vimeo.

Edizione piuttosto ricca quest'anno per Infart Collective, evento settembrino nato come omaggio dei writer e degli street artist a Bassano del Grappa e divenuto ormai un appuntamento importante nel panorama dei festival underground italiani dedicati alle arti visive.

Giunto al sesto anno di vita, il festival quest'anno ha cambiato rotta, ospitando un unico murale realizzato da Pixel Pancho, street artist italiano fra i più attivi a livello internazionale. Un grande robot protagonista di un particolare 'umanesimo senza bocca' tiene in braccio un Pinocchio sulla gigantesca parete del parcheggio dell'ex-Ospedale di Bassano.
Bassano del Grappa - Mostra 'Past Forward' + Murale di Pixel Pancho



Insomma quet'anno niente jam di street art in centro (che siano finiti i muri da dipingere in città? - scherzo!) ed energie di Infart Crew indirizzate sull'organizzazione di Past Forward, allestimento indoor che si propone di scandagliare “la creatività italiana tra passato e futuro: i capolavori di ieri reinterpretati dai talenti di oggi”.

Visitabile fino al 7 ottobre nei Musei Civici di Bassano del Grappa, la mostra curata da Diego Knore, Giovanni Cervi e Yasha Young prende in prestito dal linguaggio musicale i concetti di cover, remix e tribute. Lo fa facendo dialogare un manipolo di artisti viventi con un pezzo di storia dell’arte italiana in parte proveniente dalla collezione permanente dei Musei Civici.

Sessanta i partecipanti (Alessandro Bavari, Mattia Biagi, Zaelia Bishop, Lisa Black, The Bounty Killart, Arianna Carossa, Cera, Francesca Dalla Benetta, Dast, Benjamin de Diesbach, Dorian X, El Gato Chimney, Francois Escalmel, Tamara Ferioli, Nancy Fouts, Stanislav Ginzburg, Sandra Hauser, Brian Horton, James Kalinda, Diego Knore + 108, Koes, Lisa Mei Ling Fong + April Mae Hinds, Lucamaleonte, Sara Magni, Bethany Marchman, Miraschi, Doriano Modenini, Daniel van Nes,, Orticanoodles, Manuel Pablo Pace, Sergio Padovani, Thomas Pagani, Virginia Panichi, Giovanni Pasini, Paolo Polloniato, Thomas Raimondi, Rankore, Elena Rapa, Maria Rubinke, Mustafa Sabbagh, Giuliano Sale, Mimi Scholz, Sika, Skawager, Squp, Mattia Trotta, Ufocinque, Fernanda Veron, Raf Veulemans, Benjamin Vierling, Nicol Vizioli, Chris Von Steiner, Kevin Weir, Stefano Zattera), che si sono cimentati in opere di scultura, pittura, fotografia, video e animazione.
La mostra, il cui biglietto intero costa 4 euro, aderisce all'ottava Giornata del Contemporaneo di AMACI e sarà quindi visitabile gratuitamente sabato 6 ottobre 2012.


Foto Infart Collective + Gaia Musacchio

  • shares
  • Mail