Mona Hatoum rappresenta la Biennale Donna di Ferrara


La XIII edizione della Biennale Donna di Ferrara, in corso fino al 1°giugno presso il PAC, è rappresentata dall'artista libanese, ma palestinese di origine, Mona Hatoum, la cui carriera abbraccia gli ultimi 25 anni con riconoscimenti in tutto il mondo.

Costretta all'esilio quando nel suo paese, nel 1975, scoppia la guerra, Mona Hatoum intraprende una riflessione sul corpo in situazioni di conflitto, divenendo famosa negli anni '80 per video e performance (in seguito anche installazioni e sculture) incentrate su questo argomento, oltre che sul quello dell'identità e del nomadismo.

Alla Biennale Donna, Mona Hatoum presenta "Undercurrents", in cui oggetti quotidiani e familiari come sedie, letti, culle e utensili da cucina sembrano percorsi da una vena di estraneità e ostilità che ne sovverte la natura.

Mona Hatoum alla XIII Biennale Donna


La rassegna presenta alcuni esempi dei primi video e performance, oltre ad una selezione di oltre 50 opere di tecniche diverse (grandi installazioni, sculture, fotografie e lavori su carta, inediti per l'Italia. Inoltre saranno in mostra alcune opere recenti mai esposte.






  • shares
  • Mail