The Vimeo Files 05: le fantastiche animazioni di Allison Schulnik

Mound by Allison Schulnik from garaco taco on Vimeo.


Prendetevi cinque minuti di pausa.
Aspettate alcune decine di secondi che il video carichi, mettetolo a schermo intero, regolate al meglio il volume e godetevi lo spettacolo.
No, anche se potrebbe sembrare, non si tratta del teaser del prossimo lavoro di Tim Burton. Mound (Tumulo) è un'animazione dell'artista californiana Allison Schulnik, classe 1978. Nessun effetto troppo speciale, ma solo modellazione dell'argilla, pittura, messinscena, fotografia ed un montaggio in stop-motion che segue emotivamente i movimenti degli esserini animati. Insomma, traspare malinconia, serenità, la calma di un montaggio veloce che ci riporta indietro, al vecchio stile dell'animazione, semplice ed onesto.


Un lavoro che, a tratti, non ha niente da invidiare - nella qualità del sostrato visivo ripreso, a certi lavori di videoarte, ma che da questo genere si allontana dichiarandosi fiaba. Una fiaba raccontata da una piccola strega incantatrice, quell'Allison Schulnik che riporta alla luce un intricatissimo mondo interiore scaturito nel suo prolifico rapportarsi con la pittura – con l'immaginario, in una danza popolata di mostri che emergono dal bianco, si colorano e tornano a fondersi nello scenario, nella materia.
Tutto ciò in un continuum che chiede di essere percorso soavemente.
La colonna sonora, It's raining today, è una registrazione di Scott Walker del 1969 di un pezzo di Noel Scott Engel, mentre la parte video è di Helder K. Sun. Per la lavorazione Alison Schulnik ha impiegato otto mesi, che racchiude in questa dichiarazione che riportiamo:

"La mia fissazione su questi personaggi non cerca di sfruttare delle mancanze, ma serve a trovare coraggio nelle avversità. Vagabondi, clown, animali deformi o bestie aliene, sono in genere costruiti su uno scheletro umano, attingendo dal cinema e dalla danza. Mi piace mescolare realtà materica, finzione palese e un sacco di pittura ad olio in modo da atraversare tragedia, farsa, e cruda, inquietante bellezza - a volte catturando la buffoneria dell'oltretomba, e altre volte presentando un semplice momento di dignità terrena".

(Allison Schulnik)
 

  • shares
  • Mail