Justin il cavallo pittore vende le sue opere d'arte online

Non c'è mai fine allo strano e all'assurdo. Pensate un po', il top trending del momento nel web, soprattutto in formato USA, è Justin, uno splendido e maestoso cavallo. Ma al centro dell'attenzione mondiale non sono le sue acrobazie, la sua velocità o la sua bellezza innata ed aristocratica, e nemmeno la dolcezza di quest'animale dall'animo nobile e gentile. I riflettori sono puntati sul presunto talento artistico di tale splendore di esemplare. Presunto talento artistico che la sua padrona in tutta prontezza sta sfruttando alla grande. Le opere d'arte di Justin, il cavallo pittore, vanno a ruba negli States e nella sua personale galleria d'arte online.

Altro che darsi all'ippica. Ma noi di Artsblog, che oltre ad essere dalla parte dell'arte, della cultura e della libertà d'espressione, siamo sempre, e dico sempre, dalla parte degli animali, restiamo piuttosto perplessi ed attoniti. Certo è una notizia quella di Justin simpatica e dolce, i bambini ne andranno di certo matti.

Ma siamo sicuri che il cavallo pittore Justin sia così contento di starsene a dipingere tele d'arte -e qui si aprirebbe un topic infinito sull'intenzionalità e sulla razionalità (etc) dell'arte- o forse Justin preferirebbe assecondare la sua natura e stare libero (si fa per dire) a scorazzare per le magnifiche praterie americane? E voi cosa pensate, lo comprereste un quadro dal valore di più di 250 dollari firmato da Justin The Horse? O ci troviamo di fronte all'ennesima americanata alla junk food servita su un bel piatto d'argento? Commentate, suvvia.

  • shares
  • Mail