Guerra in Iraq e monumenti ai caduti. Steve McQueen progetta i francobolli dei soldati

Queen and Country - A project by Steve McQueen

Non che si faccia più un grande uso dei francobolli, dato che email, sms, msn e resto hanno sostituito la corrispondenza postale di un tempo, ma il progetto di sostituire i francobolli normali con quelli delle immagini dei soldati caduti nella guerra in Iraq rimane bello e originale.

L'ha progettato l'artista inglese Steve McQueen, vincitore del Turner Prize nel 1999, che con "Queen and Country" vuole dare visibilità ai caduti in Inghilterra e al fattore guerra.

Ma non è un progetto pacifista o pro guerra, come potrebbe sembrare ad una rapida visione, è un progetto d'arte per riflettere sui contrastanti sentimenti che questa provoca nelle persone. Che la si consideri una cosa sbagliata o giusta, la guerra c'è, e il principio è quello di far riflettere sull'evento. E' anche l'occasione per creare un monumento ai caduti, completamente diverso rispetto alle tradizionali sculture erette per onorare i morti per la patria costruite nella storia.

L'artisa ha lavorato con 137 famiglie inglesi e ha costruito dei fac-simile di francobollo, che si trovano raccolti all'Imperial War Museum di Londra. Fogli con le immagini scelte dai familiari di ciascun caduto, con il nome, età e giorno della morte a margine della foto. Il progetto non sarà terminato finché non saranno contattate tutte le famiglie dei soldati caduti e finché la guerra non sarà finita. Ma soprattutto il progetto rimarrà incompleto finché i francobolli non verranno stampati.

Proprio per sensibilizzare i vertici della Royal Mail, è stato allestito uno spazio per una raccolta firme. Si può partecipare indipendentemente dalla nazionalità anche se secondo me rimane un progetto nazionale, essendo coinvolti vittime e famiglie inglesi e la filatelia britannica. Ma il principio è sovranazionale.

McQueen ha pensato al Queen and Country dopo una visita ai soldati in Iraq nel 2003.

Via | Eyeteeth

  • shares
  • Mail