È fatta di meteorite l'antica scultura trafugata dai nazisti


Un'antica scultura tibetana, trafugata dai nazisti durante una spedizione archeologica del 1938, sarebbe stata ricavata da una rara lega di ferro ad alto contenuto di nichel. Gli scienziati sono certi che si tratti di un meteorite ancora più antico e sulla rivista Meteoritics & Planetary Science, che riporta la scoperta, si parla del meteorite Chinga, che si schiantò sulla terra tra 10.000 e 20.000 anni fa e che deve il suo nome all'omonimo torrente al confine tra Russia e Mongolia.
Si tratta di una piccola statua di 24 centimetri di altezza e 10 kg di peso. Iron Man l'hanno risoprannominata i ricercatori, ma in realtà, se vogliamo esser precisi, è la rappresentazione della divinità buddista Vaisravana.

Nel 1938 gli archeologi del Fuhrer, capitanati da Ernst Schafer e fomentati da Heinrich Himmler, erano in Tibet per scovare "le antiche originini della religione ariana". Erano stati sicuramente attirati dal simbolo della svastica apposto sul busto della figura e avevano deciso di portarsela a casa.
Dopo la caduta del nazismo, la statua era entrata in una collezione privata, fino a che nel 2007 il nuovo proprietario si è deciso a farla analizzare e sono emerse le sue origini aliene.

Via I BBC

  • shares
  • Mail