Il papa di Bacon e la pittura a goccia di Pollock all'asta a New York


Torna sul mercato dopo alcune decadi un dipinto della serie degli screaming popes di Francis Bacon. L'Untitled, realizzato nel 1954, non è più stato mostrato al pubblico dal 1975, anno in cui era entrato stato comprato per 71.500 dollari ed era entrato a far parte di una collezione privata.
Andrà all'asta il prossimo 13 Novembre da Sotheby's a New York (tra i 18 e i 25 milioni di dollari le stime di prevendita), all'interno di una vendita che riguarderà arte impressionista e moderna, fra cui possiamo annoverare anche un altro masterpiece: un dipinto del 1951 di Jackson Pollock, una pittura a goccia realizzata scagliando gocce di vernice (oli, tinte colorate in alluminio e smalto nero) sulla tela, che si prevede possa realizzare una cifra compresa fra i 25 ed i 35 milioni di dollari.

Al momento le opere sono esibite in un'anteprima a Los Angeles al 9200 di Sunset Blvd e prima dell'asta si faranno un bel giro del mondo (a Londra, Doha, Qatar e poi di nuovo a New York) come fanno ormai le case d'asta per invogliare nuova clientela e portare i prezzi al rialzo.
Secondo Sotheby's, l'espressionismo astratto piace molto ai collezionisti della California
Insieme a Bacon e Pollock ci saranno altri grandi nomi come Franz Kline, Arshile Gorky, Willem de Kooning, Joan Mitchell, Hans Hofmann e Clyfford Still.

  • shares
  • Mail