Un passo dietro te. Prima personale romana per Maurizio Cogliandro


Nell'ambito del Festival della Fotografia di Roma, la s.t. foto libreria galleria in via degli ombrellari 25, ospita fino al 14 maggio l'interessante mostra di Maurizio Cogliandro intitolata "Un passo dietro te", curata da Augusto Pieroni.

In linea con il tema di questa edizione del festival, Vedere la normalità, nei suoi scatti (30 sono quelli selezionati per la mostra) Cogliandro riesce a descrivere con sensibilità la natura degli individui e dei luoghi incontrati e vissuti nel corso di un viaggio condotto in Italia. E il suo sguardo si pone un passo dietro tutto ciò, per far sì che la vita di ogni cosa continui a scorrere.

Ogni fotografia diventa, per l'artista, un appunto visivo e una riflessione sul sè, che nel passaggio alla dimensione espositiva sprigiona per lo spettatore un'emozione sottile, derivante dalla semplicità e dalla purezza del dialogo silenzioso, ma tutt'altro che distaccato, che l'obiettivo fotografico ha instaurato tra soggetto (il fotografo prima, lo spettatore poi) e oggetto della visione.

Maurizio Cogliandro, non ancora trentenne, ha ricevuto dei riconoscimenti e ha esposto in personali e collettive in Italia (Torino, Milano) e all'estero (Londra, Colonia, Istanbul, Cracovia). Attualmente studia presso il Leeds College of Art and Design e la Scuola Romana di Fotografia.

Spendo anche una parola per la giovane s.t. foto libreria galleria, che non conoscevo e che mi ha piacevolmente stupito. Oltre che ambiente espositivo per mostre fotografiche (contemporaneamente alla mostra di Cogliandro ne è in corso una seconda, fino al 3 maggio, intitolata "Diario di viaggio" con fotografie di Davide di Gianni), la s.t. è una ricca e fornita libreria specializzata nel settore. Se vi capita, non perdete l'occasione di entrarci.

  • shares
  • Mail