Body Worlds, l'incredibile mostra del Dottor Morte apre oggi i battenti a Milano

Body Worlds apre i battenti oggi a Milano, inaugurando la famosa mostra di Gunther von Hagens, che già ha fatto scalpore in tutto il mondo. Il Dottor Morte signori, è arrivato anche a Milano. Il mondo del corpo umano e tutti i suoi più profondi segreti anatomici sono in mostra fino al 17 febbraio 2013 alla Fabbrica del Vapore.

Un'esposizione iperrealista e a tratti inquietante, "Body worlds" ha avuto già trentaquattro milioni di visitatori in ben sessanta città diverse. L'incredibile, a dir poco, body show dello scienziato tedesco Gunther von Hagens è ospitato dal Comune di Milano in un allestimento mai visto prima in Italia, 2000 mq di mostra, tutta per esplorare la reale e nuda natura dell'anatomia umana.

Grazie alla tecnica della “plastinazione”, inventata e brevettata dallo scienziato tedesco Gunther von Hagens, Body worlds consente ai visitatori di osservare il corpo umano in una prospettiva mai vista prima, i corpi umani non dimentichiamolo sono veri e conservati tramite la sostituzione dei liquidi con dei polimeri di silicone, in grado di rendere gli elementi organici rigidi e inodori e mantenendo inalterati i colori.


Il procedimento della plastinazione permette di conservare perfettamente tessuti e organi sostituendo ai liquidi corporei polimeri di silicone. In questo modo l’esperienza del visitatore è diretta, non mediata dalla presenza di filtri, come i boccali e la formalina in cui in passato venivano immersi i campioni anatomici.

Il cuore come organo e motore della vita è al centro di questa suggestiva esposizione, unica nel suo genere. Tra le plastinazioni in mostra per la prima volta in Italia inoltre, il Cavallo impennato con Cavaliere, e il trio dei Giocatori di Poker, noto per essere apparso in una scena del film Casino Royale, della serie 007. Body worlds è una mostra basata su uno straordinario (e inquietante!) programma di donazione dei corpi curato dal German Institute for Plastination, che conta più di 13000 donatori registrati, tra cui nove italiani. Tutte le info nel dettaglio le trovate nel sito ufficiale della mostra.

  • shares
  • Mail