Gabriele Basilico e le trasformazioni di Milano.


Passeggiare in zona Porta Nuova e dintorni in questo periodo può essere veramente piacevole, ci sono diverse esposizioni "for free" da vedere. Ho scritto tempo fa della coloratissima mostra di Matteo Guarnaccia in piazza XXV aprile e di recente di World Press Photo 2008. Oggi è ancora possibile vedere una parte delle gigantografie in bianco e nero delle foto di "Milano si mostra. 1 Km con Gabriele Basilico", retrospettiva inaugurata lo scorso ottobre, organizzata dalla Fondazione Riccardo Catella.

Appena usciti dalla Stazione Garibaldi, si entra in corso Como e dietro le macchine parcheggiate ecco subito le belle immagini che ritraggono luoghi simbolo e documentano i cambiamenti e le evoluzioni della città dagli anni '70 in poi. Trovo il contesto decisamente azzeccato, considerando questa zona uno dei nodi centrali della metamorfosi che coinvolgerà Milano per l'Expo 2015.

Milanese classe 1944, Gabriele Basilico, è oggi uno dei più grandi fotografi contemporanei, laureato in architettura, da subito si specializza nella fotografia delle aree urbane, dapprima quelle industriali e poi i paesaggi e periferie. Mi piace molto questa tendenza di esposizioni "en plein air" come cornice dei cantieri, queste foto poi, sono un prezioso invito a ricordare la città che fu.

  • shares
  • Mail