Maya, scoperta la tomba della Regina Guerriera K'abel

Siamo nell'anno dei Maya. E proprio ora per casualità sono stati scoperti i resti della tomba di un importante personaggio della dinastia dei Maya, la Regina Guerriera K'abel. Un team di archeologi del sito archeologico maya di El Peru-Waka’ in Guatemala ha scoperto i resti di un’antica Signora Maya e della sua tomba. La regina in questione è K'abel, serva del Dio Serpente, che guidò il regno di Wak nel VII secolo d.C..

Il 2012 è l'anno chiave per le più fervide teorie catastrofiste, con la civiltà dei Maya trascinata al centro delle profezie dell'imminente fine del mondo, teorie secondo alcuni possibili, secondo altri mal interpretate e molto più probabilmente inventate a scopo di lucro. Fatto sta che l'unica certezza che abbiamo è che i Maya sono esistiti, hanno dominato con la loro intelligenza acuta e quasi visionaria, con i loro sacrifici umani e i misteriosi riti sacrali. Grazie a questa scoperta archeologica importantissima, sono stati rilevati preziosi dati che approfondiscono e vanno ad arricchire il quadro di informazioni che abbiamo su questa grande ed estremamente affascinante civiltà del passato.

Vicino alla tomba della Regina Guerriera maya, sono stati trovati gli ornamenti reali, tra cui vasellame in ceramica, gioielli di giada, figurine di pietra e una particolare giara d’alabastro modellata a forma di conchiglia di strombo, un grosso mollusco tipico dei Caraibi, dalla quale emergono la testa e le braccia di un’anziana donna.

I geroglifici sul retro della giara contengono i nomi di “Signora delle Ninfee” e “Signora del Dio Serpente”. Entrambi i nomi si riferiscono appunto alla regina che governò il regno di Wak, K’abel, appartenente alla dinastia Kan ("serpente") originaria della città di Calamkul, la capitale maya. Sposata con K'inich Bahlam, si fregiava del titolo di “Kaloomte”, cioè supremo guerriero, che le dava maggiore autorità di un re.

Come dettaglia il sito del National Geographic, i resti dello scheletro della Regina non hanno dato modo di determinare sesso ed età, ma grazie alle trascrizioni e alle caratteristiche del cranio, nonchè al ritrovamento di una conchiglia d’ostrica sul torace, gli studiosi sono quasi certi che la tomba appartenesse proprio alla Regina K’abel.

.

  • shares
  • Mail