Fluococktail - La pittura ultrapop di Andy

fluococktail

Chi è nato nei primi anni '70 non può rimanere totalmente immune ai quadri di Andy. Molti lo conoscono come il tastierista dei Bluvertigo, con il suo look new wave che fa tanto Nick Rhodes vecchia maniera. Ed è facile magari, lasciarsi prendere dal pregiudizio, come spesso accade quando ci confrontiamo con presonaggi che fluttuano tra diverse attività.

In realtà lui dipinge da 12 anni. Io l'Andy pittore l'ho intravisto al Miart quest'anno, e prima di sapere chi fosse sono stata catturata da quei quadri esagerati nei colori con soggetti appena fuoriusciti dall'immaginario anni '80 carartteristico della mia infanzia. Molti elementi giocosi si fondono in queste opere ispirate al mondo pop di Keith Haring e alle visioni psichedeliche di Peter Max, e naturalmente la musica fa capolino con un omaggio a David Bowie.

Goldrake, i Krafwerk e i personaggi delle Wacky Races, e gli altri luminescenti soggetti della mostra Fluococktail, saranno alla galleria dal poetico e scorsesiano nome Little Italy di Milano, fino all'11 giugno 2008

  • shares
  • Mail