L'irriverenza di Philippe Perrin in mostra a Milano


La Galleria bnd di Milano ospiterà, dal 29 maggio al 30 giugno, la prima personale italiana di Philippe Perrin, dal titolo "Heaven Express".

L'artista francese propone negli spazi della galleria, oltre ad una serie di disegni preparatori, tre grandi installazioni: un rosario (inedito), un anello e una pistola, che esprimono chiaramente la posizione sovversiva di Perrin nei confronti dell'arte e della società in particolare.

Le dimensioni monumentali delle tre opere (caratteristica della sua intera produzione) hanno una valenza ludica che si stempera però, subito dopo, nella presa di coscienza dei soggetti riprodotti. Anarchia, ribellione, riflessione e violenza sono le componenti dell'arte di Perrin, disturbante e irriverente nel mettere in scena i simboli attorno ai quali si consuma il dibattito contemporaneo.

Per la tenace volontà di non lasciarsi inquadrare in alcuna corrente (nonostante i richiami al Dada e al tema Pop dell'icona), Perrin è definito da Walter Guadagnini, nel testo introduttivo del catalogo, come uno dei rari, veri sovversivi dell'attuale scena artistica internazionale.

  • shares
  • Mail