ll cavallo di Kasper illumina il castello di Asnières


Ai cavalli monumentali ci dovremmo essere abituati ormai. Non solo fedeli destrieri ingroppa ai quali si mostrano orgogliosi gran parte dei più celebri condottieri della storia (Da Giulio Cesare a Napoleone) ma anche, in tempi più recenti, quelli emergenti dalla montagna di sale di Mimmo Palladino, o le sculture equestri realizzate con il legno trasportato dalla corrente di Heather Jansch.
"L'esemplare" nel quale siamo incappati oggi è una scultura in bronzo da 3,65 metri d'altezza e dal considerevole peso di 1200 kg. realizzata dall'artista francese Arnaud Kasper e collocata definitivamente dinanzi al Castello di Asnières, dimora storica della cittadina, situata a meno di 10 km dalla capitale.

Prima di essere presentata al pubblico, in occasione dell'ultima notte bianca di Parigi, celebrata il 6 ottobre scorso, la statua è stata esposta durante l'estate presso lo Château des Ormes. Si tratta del più grande cavallo mai realizzato dal suo creatore, progettato e costruito con accuratezza. Un'ultima curiosità da apprezzare è il piedistallo di 37 cm, interamente ricoperto da monete con l'effige del sovrano coniate tra il 1750 e il 1752.

Immaginate un cavallo
Un cavallo in un atelier
Un cavallo in un atelier tra le mani di un artista
Un cavallo concepito in un atelier al centro della città
Un cavallo rampante come un segno d'unione tra gli artisti da più di 18.000 anni
Un cavallo rampante venuto fuori direttamente dal secolo dei lumi
"Le Cheval des Lumières" in omaggio al marchese Voyer d'Argenson, direttore delle scuderie di Luigi XV.

Via | kasper.fr

  • shares
  • Mail