Lydia Venieri. Negli occhi di una bambola, il riflesso della guerra

War Games - 2006 - Lydia Venieri

Quelle che all'apparenza possono sembrare innocenti bambole giocattolo spesso soggetto di lavori artistici, nel caso della fotografie di Lydia Venieri nascondono una realtà diversa.

Se guardate attentamente gli occhi, si vede riflessa un'immagine di un paese in guerra, a cui è associato anche il titolo della fotografia. L'artista manifesta in questo modo la realtà nella quale molti vivono, in un modo originale e sorprendente.

"War Games" è il titolo della serie realizzata nel 2006 e continuata nel 2007. In pratica l'artista sceglie delle fotografie di guerra che poi lavora digitalmente negli occhi delle doll producendo le immagini che vedete. Sembra un gioco di riflessi ma in realtà l'immagine è costruita negli occhi delle bambole. L'effetto satinato è ottenuto grazie ai materiali impiegati dall'autrice, ed il risultato è bellissimo.

L'artista di origine greche vive e lavora a N.Y. dove è rappresentata dalla Stuxgallery. Nell'ultimo anno ha partecipato a diverse mostre e fiere internazionali.

Lavori di Lydia Venieri
War Games - 2006 - Lydia Venieri
War Games - 2006 - Lydia Venieri
War Games - 2006 - Lydia Venieri

War Games - 2006 - Lydia Venieri
War Games - 2006 - Lydia Venieri
War Games - 2006 - Lydia Venieri
Baghdad 1 - 2007 - Lydia Venieri - Stuxgallery
Afganistan 1 - 2007 - Lydia Venieri - Stuxgallery
Salamanca - 2007 - Lydia Venieri - Stuxgallery
Lavori di Lydia Venieri
Manhattan - 2007 - Lydia Venieri - Stuxgallery
Nagasaki - 2007 -  Lydia Venieri - Stuxgallery
Gaza Bombing - 2007 - Lydia Venieri - Stuxgallery
War Games - 2006 - Lydia Venieri

  • shares
  • Mail