Grandi, brillanti e in acciaio inox. Sono le sculture di Subodh Gupta

U.F.O. - 2007 - Subodh Gupta

Se l'arte indiana è in crescita, la figura artistica attuale che meglio identifica questo nuovo mercato è Subodh Gupta.

L'autore è spesso presente in esposizioni collettive, è molto ricercato dai collezionisti e viene chiamato a partecipare ad eventi internazionali (vedi la recente Art Basel).

Il suo è uno stile piuttosto riconoscibile fatto di sculture e installazioni di tipo monumentale, scintillanti ottenute però con l'impiego di materiali riciclati, quotidiani e poveri, un emblema, che serve a sottolineare le contraddizioni dell'India moderna. Da un lato un'economia trainante che sta crescendo rapidamente, dall'altro la povertà estrema delle classi più basse. Lo stravolgimento di una cultura contadina in una globale con l'abbandono delle campagne e il crescere delle città.

Lavori di Subodh Gupta
Cow - 2005 - Subodh Gupta
Vehicle for the seven seas - 2004 - Subodh Gupta
Lavori di Subodh Gupta

Lavori di Subodh Gupta
Gandhi's Three Monkeys - Installazione Art Basel 2008 - Subodh Gupta
Gandhi's Three Monkeys - 2008 - Subodh Gupta
Spills- 2007 - Subodh Gupta
Very Hungry God - 2006 - Subodh Gupta

Sono soprattutto gli oggetti trovati reimpiegati e gli utensili da cucina in acciaio inox, i materiali scelti per le sue opere. Questo per ragioni diverse. Sia per il ricordo personale, quasi spirituale, che l'artista ha verso il luogo della cucina, poi perché molti indiani si servono di pentole e accessori di acciaio inossidabile e infine perché rappresentano un'apparenza brillante che nasconde il vuoto, come lo stomaco degli affamati. Il cibo è inevitabilmente un tema legato e oggetto di interesse da parte di Gupta, come i mezzi di trasporto (biciclette, moto) che indicano l'idea di passaggio, lo spostamento verso altri luoghi.

Ora proprio in Italia c'è la possibilità di poter vedere da vicino alcuni suoi lavori. Alla Galleria Continua di San Gimignano è in corso infatti fino al 30 agosto "There is always cinema" una mostra con una serie di opere recenti.

  • shares
  • Mail