Subodh Gupta: sculture e installazioni in mostra a San Gimignano

There is always cinema (I) - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska

Lo avevo accennato nel post dedicato a Subodh Gupta, che fino al 30 agosto è possibile vedere da vicino le opere dell'artista alla Galleria Continua di San Gimignano. E le immagini di questo post sono una dimostrazione dei lavori esposti nella mostra "There is always cinema".

Accanto alle sculture monumentali in acciaio inox, lucide e levigate da sembrare oggetti di lusso, anche video e dipinti che illustrano il percorso artistico di Gupta. Oltre alle tematiche proposte in più occasioni, in questa mostra si aggiungono nuove prospettive di ricerca e lettura che offrono una visione più intima dell'autore.

C'è l'installazione "5 Offerings For The Greedy Gods" che rivela la sua passione quasi spirituale per la cucina e "School", un'opera introspettiva che si ricollega al passato dell'artista. Ci sono poi una nuova serie di dipinti che raffigurano oggetti in movimento, in caduta libero sulla tela, e che fanno da eco al video in sala. E poi sul finale una grande installazione in ottone.

There is always cinema - Subodh Gupta - Galleria Continua - San Gimigano
There is always cinema (I) - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
There is always cinema (I) - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
There is always cinema (III) - 2008- Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska

There is always cinema (IV) - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
There is always cinema (V) - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
Untitled - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
There is always cinema (X) - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
Still life juggler - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
Still steal steel #6 - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
in primo piano School - 2008 - sullo sfondo 5 Offerings for the Greedy Gods - 2006/2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
in primo piano School - 2008 - sullo sfondo Still steal steel #6 - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
School - 2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
5 Offerings for the Greedy Gods - 2006/2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
Bhandarghar - 2007/2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska
Bhandarghar - 2007/2008 - Subodh Gupta - Courtesy Galleria Continua, San Gimignano – Beijing - Photo Ela Bialkowska

L'artista riflette nelle opere le esperienze che vede, vive o ha vissuto lui stesso. L'idea del movimento, della rilocazione ha origine dal suo passato. Oggi risiede a Nuova Delhi, ma come molti altri suoi connazionali, il suo luogo di origine era la campagna, che ha lasciato per la città.

Molto ricercato negli ultimi anni, recentemente ha preso parte all'esposizione curata da Francesco Bonami "God & Goods" e al progetto "Chanel Mobile Art".

  • shares
  • Mail