Gordon Matta-Clark all'SMS di Siena

Gordon Matta-Clark - Conical - 1978Si è inaugurata a Siena, nel complesso museale Santa Maria della Scala anche detto SMS (ormai gli acronimi dei musei d’arte contemporanea sono fuori controllo GNAM, MACRO, MAXXI, MAMBO…), la mostra più importante mai realizzata in Italia di Gordon Matta-Clark.
Un artista veramente geniale una personalità interessantissima che i curatori hanno provato a inquadrare nella definizione di anarchitetto.

Prima opera esposta, di grande contemporaneità visti i tempi, il Garbage Wall (1970) un modulo base fatto di rifiuti per la costruzione di alloggi temporanei dei senzatetto.
Più in là il trabiccolo costruito con un ombrellone, due sedie, quattro ruote di bicicletta e una bombola di ossigeno, utilizzato da Matta-Clark in una performance in cui offriva ai passanti una boccata di aria pulita nel fulcro della grande mela, dalle parti della Grand Central Station.
E poi le foto dei famosi tagli operati negli edifici prossimi alla demolizione, i poetici mattoni di vetro, i suoi capelli e tanto altro.

Una mostra che stupisce.

A Siena, complesso di Santa Maria della Scala, fino al 19 ottobre.

  • shares
  • Mail