Prorogata la mostra sui Macchiaioli: il "vero" visto ad una certa distanza

macchiaioli villa bardini

La mostra dei Macchiaioli a Firenze si è rivelata un vero successo. A confermarlo la proroga per altri due mesi della mostra a Villa Bardini che chiuderà il 6 gennaio 2013. Da Fattori al Novecento è una mostra di 100 opere inedite dei pittori "di macchia" proveniente dalle "fortunate" collezioni di ricche famiglie fiorentine imparentate tra loro: Del Greco, Roster, Rapisardi e Olschki, che testimoniano un tassello fondamentale del collezionismo toscano in epoca risorgimentale.

Fattori, Signorini, Abbati, Borrani, Cecconi, D'ancona, Liegi Lloyd e tanti altri fanno parte di quella schiera di artisti che al posto del "sublime" romantico, preferirono l'onesto chiarore dei paesaggi toscani, con le colline sconfinate e la luce che confonde i contorni. E ci sembrerà di comprendere fino in fondo, nella cornice dei paesaggi toscani, questi pittori che hanno fatto nascere nel 1855 un nuovo movimento artistico al Caffè Michelangelo di Firenze.
macchiaioli villa bardini macchiaioli villa bardini macchiaioli villa bardini macchiaioli villa bardini macchiaioli villa bardini

"Mai quadri di grande formato", era quasi una vera e propria regola per i macchiaioli perchè bisognava dipingere come quando il vero si vede ad una certa distanza: la distanza in cui le parti della scena si vedono per masse e non per dettaglio.

Le vicende politiche e sociali si mescolano ad una visione quasi metafisica della vita dove gli eventi sembrano sempre sul punto di presagirne degli altri e il senso dell'attesa si concilia con il senso di un pacata aspettativa.

Foto| Dal sito www.catola.com

  • shares
  • Mail