Ai Weiwei, il video parodia di Gangnam Style

Ai Weiwei si è messo a ballare. Il cinquantacinquenne artista e attivista cinese ha realizzato un video parodia di Gangnam Style, il singolo di pop coreano di PSY che ha avuto oltre 500 milioni di visualizzazioni su YouTube.
Weiwei si è fatto riprendere in maglietta rosa, abito nero e occhiali scuri, mentre balla insieme ai suoi assistenti sotto il sole, nel giardino del suo ex-studio (abbattuto dalla autorità cinesi qualche mese fa per questioni fiscali) di Pechino.
Grass-mud horse style (dal nome di un simpatico animaletto dei cartoni animati per bambini) è una cover di Gangnam Style in cui Ai comincia mimando le manette e ricordando gli 81 giorni trascorsi in detenzione in prigione. Ma il titolo della cover richiama un linguaggio scurrile in cinese ed il video è stato percepito come osceno, un insulto diretto nei confronti dei funzionari del partito comunista.

E così Ai ha pubblicato un tweet, "Tutto quello che resta è un cavallo di fango ed erba" .

“In 60 anni i cinesi non hanno mai visto una scheda elettorale. Non c'è 'istruzione per tutti, non c'è assicurazione medica, non c'è libertà di stampa, non c'è libertà di parola, non c'è libertà di informazione, non c'è libertà di vivere e muoversi dove si vuole, non c'è magistratura indipendente, non c'è nessuno controllo sull'opinione pubblica, non ci sono sindacati indipendenti, non ci sono forze armate che appartengono alla nazione, non c'è la protezione della costituzione. Tutto quello che resta è un cavallo di fango erba.”

  • shares
  • Mail