Freud at Starbucks, l'ironico e surreale Gabriele Picco

freud at starbucks

La Galleria Francesca Minini in zona Lambrate a Milano è un posto molto interessante, dove trovano casa le produzioni di artisti contemporanei italiani e internazionali di indubbio spessore. Fino al 26 luglio, e tra l'altro, for free, espone la mostra "Freud at Starbucks" di Gabriele Picco. Parliamo di un artista visionario, che nei suoi video e nelle installazioni mescola l'iconografia del sacro ad oggetti comuni e a simboli del consumismo, in un circo surreale e illogico dove l'acqua è elemento frequente, vedi le enormi lacrime di alcuni personaggi.

Gabriele Picco è un giovane artista bresciano e se si spulcia la sua bio si notano esposizioni anche al Moma di New York. Ho visto i suoi vecchi e più recenti lavori sul suo sito: ci sono i disegni stilizzati, quasi degli sketches, immediati e vitali in un grafico bianco e nero, i dipinti poetici e rarefatti e soprattutto le sculture, dal retrogusto ironico di grande impatto.

freud at starbucks
freud at starbucks
freud at starbucks

  • shares
  • Mail