Hello Kitty giganti scolpiti da Tom Sachs a New York

Whale - 2006 - Tom Sachs

Da anni l'artista Tom Sachs realizza sculture di grandi dimensioni in cui mette in evidenza il fatto che sono oggetti fatti a mano (D.I.Y.), in legno o in bronzo ridipinto, artigianali, dove è possibile che ci siano imperfezioni. Gli errori non sono solo parte delle opere ma sono un segno di distinzione evidenziato con orgoglio.

A questa sua caratteristica artistica e alla sua collezione ha aggiunto recentemente degli Hello Kitty giganti, attingendo alla cultura popolare e al revival mondiale di questo personaggio che da un paio di anni è ormai ovunque. Se non ha attinto comunque ricorda molto lo stile New Pop flat di Takashi Murakami e quello dei gonfiabili di Jeff Koons, tutto sorrisi e dolcezza.

Lavori di Tom Sachs
Wind-Up Hello Kitty - 2008 -  Tom Sachs - foto Genevieve Hanson, New York
My Melody - 2008 - Tom Sachs - courtesy Sperone Westwater
Kitty Fountain - 2008 - Tom Sachs - courtesy Sperone Westwater
Miffy Fountain - 2008 - Tom Sachs - courtesy Sperone Westwater

Super Dynamite Soul - 1998 - Tom Sachs - courtesy Sperone Westwater
Crawler - 2004 - Tom Sachs
Skull - 2003 - Tom Sachs

Hello Kitty, My Melodi e Miffy sono visibili contemporaneamente alla Galleria Sperone Westwater di New York insieme ad altri lavori (stesso stile ma tema diverso), e anche alla Lever House.

Dato che adoro Hello Kitty e la banda di personaggi sorridenti, questi lavori dal punto estetico mi piacciono, ma non vado oltre il messaggio superficiale apparente. In poche parole non riesco a leggere e cogliere il significato più profondo e complesso di queste opere (come quelle di Murakami e Koons), che implica una analisi/critica della cultura dell'apparenza. Per me rimane solo un gattino gigante che mi piacerebbe avere come fosse un peluche.

  • shares
  • Mail