Padova celebra un grande del '900: Antonio Bueno

antonio bueno

La città di Padova rende omaggio ad uno degli artisti più anticonformisti del '900: Antonio Bueno. E' una mostra personale al Museo al Santo fino al 3 settembre e mi piacerebbe proprio vederla dal vivo. In primis perchè è una panoramica del periodo pittorico di Bueno, scomparso nel 1984, che alle opere affianca il fitto carteggio con grandi maestri del dopoguerra come De Chirico e Sciltian, e poi ci sono i reperti che definiscono la sua biografia: pubblicazioni, fotografie e oggetti personali.

Bueno era di origine spagnola e la sua carriera artistica è fiorita Parigi verso la fine degli anni '30, per poi evolversi con i "Pittori moderni della realtà" e in seguito nell'estetica metafisica degli oggetti. Per dipingere si ispirava al passato, soprattutto nelle tecniche e nei materiali, con cui però si lanciava nella sperimentazione più pura. In seguito ha passato varie fasi, come per esempio l' "arte tecnologica", e lambito la pop art, ma la sua peculiarità è indubbiamente il mirabile lavoro dedicato ai d'après lungo tutta la sua carriera, a partire dal pittore che lui amava di più: Ingres.

In ogni caso, diciamo che il curatore della mostra è già una garanzia, quel personaggio in tutti i sensi che è Philippe Daverio, a proposito, avete visto che bella la scorsa puntata di PassepArtout?

antonio bueno
antonio bueno
antonio bueno
antonio bueno
antonio bueno
antonio bueno
antonio bueno

  • shares
  • Mail