Biennale di Alessandria: video e fotografia contemporanea

#04 - Adam & Adam - 2006 - Casaluce-Geiger

"Shapes of time", il titolo della Biennale di Alessandria di Video e Fotografia Contemporanea, è un lungo percorso sul tema del tempo, visto attraverso la lente di 170 artisti italiani e internazionali.

La Biennale è il primo evento di questo tipo in Italia voluto da una città, Alessandria appunto, in un progetto che vede coinvolte diverse sedi dove saranno esposti i lavori fotografici fino al 31 agosto. Una rassegna visiva che diventa occasione per conoscere il contemporaneo e la città che lo ospita.

E' stato scelto il tema del tempo, perché è visto oggi, in una società accelerata e in movimento, sempre di più come un lusso, che pochi dichiarano di avere. Per la Biennale oltre che lusso, diventa occasione di riflessione internazionale visto come bene interiore, personale, tangibile, a cui tutti possono accedere al di là della cultura, dell'età, della ricchezza o posizione sociale. Insomma è il bene più democratico che ci sia.

Shapes of time - Biennale di Alessandria Video e Fotografia Contemporanea
Lavoro alla Biennale di Alessandria
Anton Corbijn
Nike Nike - Robert Gligorov

Ci sarà (still da video) - Lavoro alla Biennale di Alessandria
Senza titolo - Irina Ionesco
Seeking Martyrdom - SN
Henry Cartier Bresson
Nadar

Un unico tema affrontato in modo diverso dai numerosi artisti selezionati, divisi in sezioni. Sono previste oltre ai video e alle fotografie anche le performance di ConiglioViola e Barbara la Ragione. Per la sezione eventi le mostre personali sono dedicate a Francesca Woodman, Anton Corbijn, Ken Damy, Luisa Raffaelli, Jean Marc Caïmi e Giusy Fanella. Fate riferimento al sito per sedi e appuntamenti.

Tra i numerosi artisti segnalo ad esempio Sophie Calle, Nadar, Henry Cartier-Bresson, Gabriele Basilico, Olivo Barbieri, Fratelli Alinari, Mario Giacomelli, Mimmo Jodice, David LaChapelle, Nicola Vinci, Silvio Wolf, Grazia Toderi, Stefano Lupatin, Matteo Basilé, Jan Saudek, Ferdinando Scianna, Giovanni Gastel, Silvia Camporesi, Xu Yong, Orlan e segnalato proprio di recente su Artsblog, Robert Gligorov.

Il progetto si concluderà con una esposizione prevista nel 2009 a Parigi.

  • shares
  • Mail