La ricerca materica del giovane Cesare Galluzzo

Dal 24 giugno al 4 luglio lo Spazio Culturale Zerologico di Milano presenta le opere di Cesare Galluzzo.
In "apparente (in)corporeo", titolo della mostra, ci sarà una selezione dei lavori del giovane artista, con alcuni pezzi realizzati appositamente per lo spazio.

L'elemento che caratterizza Galluzzo, è la ricerca materica, la sperimentazione, visibile nelle serie di lavori che ha realizzato nel corso di poco tempo. Questa ricerca si esprime in "Reperti" attraverso la presenza di un segno, di un gesto che segna la materia. In "Proprietà Privata" è determinata dal colore nero mentre in "Persistenza dei ricordi" è lasciata agli acetati. Dove inoltre ci sono anche soluzioni inedite.

Il titolo fa riferimento alle sensazioni che i lavori dell'artista possono suscitare, da una parte una concretezza fisica e reale e dall’altra, simultaneamente, una leggerezza quasi irreale e appena palpabile.

In quasi contemporanea fino al 28 giugno le sue tele sono esposte anche presso lo spazio della Libreria Internazionale Ulrico Hoepli.

apparente (in)corporeo - Cesare Galluzzo - Spazio Culturale Zerologico
Galluzzo - 2 - Reperti - 2007
Galluzzo - 4 - Reperti - 2007

  • shares
  • Mail