Critica e dissacrante, l'arte contemporanea turca in mostra alla Triennale Bovisa

Dinamo Kiev / 1942. 100 reproduction copies - 2007 - Borga Kanturk

Per la prima volta in Italia si può vedere uno spaccato delle tendenze dell'arte contemporanea in Turchia in "Save as...", la mostra collettiva che prosegue fino al 7 settembre alla Triennale Bovisa di Milano.

Non è una esposizione esaustiva di quello che il mercato turco offre oggi e non è neanche un evento tematico, piuttosto la libera interpretazione di 30 artisti sul presente e sul passato del loro paese. Artisti che si sono formati per la maggior parte negli anni Novanta anche se la svolta artistica verso il cambiamento si ha a partire dagli anni Settanta. Ed è proprio con un lavoro datato 1974 di Nil Yalter che inizia il percorso espositivo. Si tratta di un video, il primo dell'artista, che pone una forte critica nei confronti della posizione sociale a cui è costretta la donna. Critica simile si ha anche nei lavori di Canan Şenol e Şükran Moral che sono però molto più recenti, realizzati nel 2000.

Gülsün Karamustafa e Ayşe Erkmen sono invece gli artisti che rappresentano gli anni della svolta avvenuta dopo il colpo di stato del 1980, che ha portato ad un allontanamento sempre più radicale dalla tradizione.

Save as... - Triennale Bovisa - Milano
Small Man - 2005 - Burak Delier
Tutunmak - 2007 - Gül Ilgaz
Nişantaşı’nı Terk - 2008 - Leyla Gediz - Collezione privata/ Courtesy the Artist and Galerist, Istanbul
POMPA. Movie poster - 2008 - Memet Erdener

Torun - Grand Doughter e Kayıp torun - 2008 - Ceren Oykut
Emotional Expressions. Collaboration with Leipzig based actor, Jockel Malchow - 2007 - Dilek Winchester
I had a dream last night, 2006; Tell me what did you dream last night - 2008 - Eser Selen
I Love You 301 - 2007 - Ferhat Özgür
Twin Brother - 2005 - Genco Gülan
Short But Hurting - 2007 - Gulsun Karamustafa
Hustle and Bustle - 2008 - Murat Morova - Courtesy of the Artist and Galeri Nev
Spoilt - 2002 - Neriman Polat
Başsız Kadın - 1974 - Nil Yalter - Courtesy of the Artist and santralistanbul
Ölmek zor - 2007 - Selda Asal - Courtesy of the Artist and Galeri Nev
Tanşak Tarlası I, Sarı Tanşak Tarlası, Turuncu Tanşak Tarlası - 2007/2008 - Selim Birsel
Concern - 2008 - Volkan Aslan

Temi ironici o più dissacranti da parte di Erinç Seymen e Extrastruggle a cui seguono i lavori di altri artisti che riflettono i cambiamenti sociali e le trasformazioni culturali avvenute anche in seguito all'apertura e alla globalizzazione.

E il mondo dell'arte non ha dimenticato Pippa Bacca, l'artista italiana che in quel paese ha perso la vita. "In memoria di Pippa" è lo spazio dedicato a lei nella Sala verde, dove sono esposti lavori di diverse artiste che vivono in Turchia. Opere che trattano politiche sessuali, discriminazione, violenze che le donne subiscono e di cui Pippa Bacca è diventata, suo malgrado, emblema. Un modo per ricordare la donna e l'artista che era e non dimenticare, cosa che avviene molto velocemente.

  • shares
  • Mail