Il Mies van der Rohe 2007 al MUSAC di Mansilla & Tuñon

Mansilla Tunon - MUSAC - 2004 - Leon, Spagna

La giuria del Mies van der Rohe 2007, il premio di architettura dell’unione europea, dopo aver visitato le sette opere finaliste, ha scelto il MUSAC, Museo d’Arte Contemporanea di Castilla y León, progettato dai giovani (48 e 49 anni) spagnoli Luis Mansilla e Emilio Tuñon.

L’edificio, che si articola su di un unico piano, più che un museo, è un centro d’arte contemporanea la cui caratteristica principale è la flessibilità funzionale degli spazi. E’ una trama di rombi le cui aggregazioni formano spazi espositivi ora all’aperto, ora al chiuso. L’interno viene scandito da una sequenza ordinatrice di oltre cinquecento travi prefabbricate in cemento armato, interrotta in certe occasioni, da ampi lucernari. Le concavità esterne, rivestite come sono di coloratissimi pannelli di vetro, sembrano attirare il pubblico ad una partecipazione attiva.

Tra i finalisti sconfitti, figurano grandi nomi dell’architettura europea “da bene”: Hadid, Chipperfield, Mateus, Unstudio.

La Menzione Speciale per l’architetto emergente è andata a Matija Bevk e Vasa J. Perović (Bevk Perović arhitekti), progettisti della Facoltà di Matematica di Ljubljana.
La premiazione, per chi si trovasse in zona, avverrà il 14 maggio nel padiglione di Barcellona del grande Mies.

Infine una chicca di "archeologia ludica" che vi commuoverà: riconoscete la citazione che Mansilla e Tuñon hanno fatto nella loro home page?

  • shares
  • Mail