L'uragano Sandy ha devastato le gallerie d'arte di New York

L'uragano sandy ha devastato anche le gallerie d'arte

L'uragano Sandy non ha proprio risparmiato nessuno sulla sua strada e ha devastato anche tantissime gallerie d'arte di New York. Tra i gravissimi danni che l'uragano ha causato nella Grande Mela alcune ferite profonde vengono inferte anche al mondo dell'arte. Sono tantissimi infatti i locali dell'arte di Manhattan che contano le perdite dopo il passaggio della furia della natura. Anche se le precauzioni erano state prese (nel possibile), la forza impetuosa di Sandy non si è certo fermata davanti a pochi sacchi di sabbia, e il risultato è che sono tantissime le gallerie d'arte ancora allagate.

Certo nulla in confronto ai problemi di sfollamento dei cittadini del distretto di New York. Anche il commercio dell'arte però deve fare i conti con gli ingenti danni subiti, che nel futuro prossimo causeranno non pochi problemi ai galleristi. Si tratta soprattutto delle famose gallerie d'arte della zona di Downtown, la parte più bassa e più scoperta di Manhattan, dove Sandy è esploso in tutte le sue ire, liberando l'energia delle acque dell'Hudson, che hanno inondato tutte le strade e gli spazi espositivi.

Il danno peggiore lo registrano le gallerie di Chelsea, il quartiere nella parte ovest di Manhattan, dove è presente una fittissima concentrazione di spazi espositivi. Le opere d'arte perse nelle inondazioni non si possono ancora contare. Non stiamo parlando solo di quelle già esposte ma anche di quelle già vendute ai collezionisti privati o conservate nei magazzini dei back office. Le gallerie d'arte della zona restano quindi ancora chiuse e inagibili, e probabilmente, soprattutto per quanto concerne le più piccole e di recente creazione, per più tempo del previsto. Sul sito GalleristNY potete leggere tutti gli aggiornamenti in tempo reale e le news sui lavori di restauro.

Via | Il Sole24ore

Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail